Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for settembre 2007

Ellenismi?

  La vita del pendolare fra viaggi in treno e lunghe soste alle stazioni porta a fare strani ragionamenti, come il seguente: cosìè l’ellenismo, dal Droysen in poi c’è lo siamo chiesti tutti. Una riflessione in più, per quanto campata in aria, si può sempre fare.
  L’idea è quella di due ellenismi: uno che definirei interno (perchè sorto entro i confini di quello che fu l’impero di Alessandro): ellenofono e monarchico (nonostante Rodi e i sogni spesso anacronistici delle polis elleniche). L’altro esterno, anellenico e repubblicano, centrato su Cartagine e Roma.
  Se ciò ha un senso non lo sò, in ogni caso l’idea è suggestiva.  

Read Full Post »

Il perchè di un nome

  Mi sembrava oppurtuno chiarire, a chi vorrà leggere le mia pagine, il perché del nome scelto. "In fernem Land" (In terra lontana) è l’inizio dello splendido monologo di Lohengrin nel terzo atto dell’omonima opera wagneriana. In quel momento l’eroe rivela il suo grado e la sua origine, figlio di un regno lontano, inavvicinabile, sempre mitico e sempre sognato, il regno del Graal.
  Perché riprendere quei versi, forse perché l’archeologo vive nel sogno di una terra lontana, sempre nel tempo, spesso nello spazio (i miei interessi sono rivolti all’Africa e al Levante), spesso alle prese con un mondo in cui il mito, le sue immagini, i suoi valori, penetrano nella realtà quotidiana contribuendo a plasmarla.  
  Mi sembrava che quella frase rendesse bene quest’idea che sento propria di me e ciò che faccio. In oltre essa evocava il mondo dell’opera lirica, e più in generale della musica, l’altra mia grande passione, altro sogno sospeso fra realtà e mito.

Read Full Post »