Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Musica: questioni generali’ Category

  Riflettevo sul teatro come struttura architettonica, prendendo spunto da alcune considerazioni fatte dagli amici di opera click in relazione al teatro di corte di Drottingholm . Riflettendoci devo ammettere che il teatro all’italiana è fra le strutture meno adatte ad una serena fruizione di uno spettacolo, teatrale o musicale che sia. In fondo ciò è logico essendo una strttura progettata con tutt’altre funzionalità, luogo di ritrovo piuttosto che di fruizione artistica in cui la musica (perché il teatro in Italia é stata e, forse, é ancora lopera lirica) era sostanzialmente un piacevole sottofondo.
  Poi è arrivato l’ottocento, i gandi operisti da Rossini a Wagner che si sono piccati, strano pensiero, che la loro musica contasse qualcosa  e che il teatro fosse il luogo per axoltare le loro composizioni e gli interpreti che le eseguivano e non una sala di ritrovo in cui chiaccherare, mangiare pasticcini e usare i palchi come "garconiere" (addirittura si rendevano inutili le tendine dei palchi!).
  In questa situazione il teatro all’italiana mostra i suoi limiti:: acustica spesso mediocre, difficoltà nella fruizione del palcoscenico persino dalla platea non parliamo di loggioni e piccionaie. In fondo  era l’ordine delle cose nelle rigide gerarchie dell’antico regime ma apparve inadeguato alla duplice rivoluzione culturale e sociale che ad un tempo crea il melodramma e la società borghese.
  Partendo da questo sono giunto a riflettere sui teatri moderni e a riconoscervi un dato. Come si poteva creare una struttura da spettacolo funzionale che correggesse i difetti del teatro all’italiana salvandone le funzioni (quelle assunte a partire dal XIX secolo, non certo quelle originarie)? La risposta in fondo è stata quella più scontata, solamente ritornando all’antico e riprendendo a modello il teatro romano.
  Il teatro greco è troppo complesso, troppo condizionato alla realtà naturale. Quello romano è dinamico, elastico, pronto ad adattarsi a molteplici situazione nel suo prescindere dall’elemento naturale. Pensato per adattarsi alla più diverse situazioni, pronto per essere trasportato nelle pianure cisalpine come sui monti della Numidia  ha mostrato di essere perfettamente adattabile  anche alle nostre città moderne.
Solo la lezione degli antichi permette di superare i problemi della modernità.
Annunci

Read Full Post »